micro “paletto” n.1

Micropiacere coerente. Ho un collega scroccone professionista, di quelli che si auto-invitano a cena, che si fanno pagare il caffè alla macchinetta perchè han lasciato la chiavetta a casa e cosi via (credo che tutti abbiano un amico, un parente, un collega così). Ieri festeggiamo in ufficio il compleanno di una collega. Lui, doppia fetta di torta. A fine giornata … Continua a leggere

micro “diesel”

Microtrauma dal benzinaio. Perchè tutte le volte che è aperto solo il self-service io arrivo alla pompa con il tappo dalla parte sbagliata? E fin qui potrebbe anche andare bene, perchè comunque i tubi sono sufficientemente lunghi, il problema è che quasi immancabilmente nel tragitto dalla pompa al serbatoio qualche goccia di diesel finisce o sul tappo, o sulla macchina … Continua a leggere

micro “pressione”

Micropiacere medico. Dopo l'influenza fulminante, c'è la visita di routine dal dottore della mutua. E' vero, non si chiama più così, ma a me piace ancora chiamarlo il "dottore della mutua". A parte la sensazione di tornare bambino quando ti dice "sdraiati sul lettino e togliti la maglietta", adoro quando ti ascolta il cuore, con quello strumento che amplifica il … Continua a leggere

micro “influenza”

Micropiacere febbrile. Arriva subdola, attacca prima lo stomaco, poi l'intestino, non riesco a stare in piedi, mi metto in posizione fetale in un letto enorme, i brividi si prendono la schiena… E' influenza, la solita buona vecchia influenza, quella che una volta all'anno viene a trovare il mio corpo, se ne impossessa per qualche giorno e poi se ne va, verso … Continua a leggere

micro “terno”

Microtrauma sulla ruota di Firenze. L’altro giorno entro in ufficio, mi accoglie un collega con un sorriso a 46 denti. “Ieri ho fatto terno al lotto, meglio, un terno e tre ambi”. Pare che gli sia apparsa in sogno la nonna defunta che ha detto al nipote di giocare la propria data di nascita, e sono stati estratti proprio quei … Continua a leggere

micro “pozzanghera”

Microtrauma da pioggia. Sono in strada, inizia a piovere, la visibilità diminuisce. Arrivo a casa, parcheggio, scendo dalla macchina e zac … piede nella pozzanghera! Piccola, profonda quanto basta per bagnare le scarpe e l’orlo dei jeans. Ma perchè si formano le pozzanghere esattamente di fianco alle portiere delle macchine parcheggiate? Nota di colore: con la pioggia ho finalmente debellato … Continua a leggere

micro “dilemma” n. 3

“Bacio Perugina” o “Ferrero Rocher”? I puristi del cioccolato tifano per il Bacio, perché il cioccolato fondente è sinonimo di qualità superiore, ma la nutella che c’è nel Rocher è troppo goduriosa. Sarà un prodotto nato dal marketing, ma io voto per il Rocher. E poi non contiene quelle stucchevoli frasi sull’amore, veramente fastidiose.

micro “ciglia”

Microtrauma oculare. Sono miope, da sempre, da quando avevo sei/sette anni, allora avevo occhiali di metallo che mi coprivano mezza faccia. Un giorno, ormai grandicello, ho provato le lenti a contatto. Rivoluzionarie. Tornare a vivere, per certi versi. Ma come tutte le cose hanno dei lati negativi. Uno di questi sono le ciglia. Se finiscono nell’occhio quando porto le lenti … Continua a leggere

micro “parcheggio”

Micropiacere automobilistico. Parcheggio dell’ipermercato, dimensioni ridotte, spesso servono un paio di manovre per entrare e uscire, soprattutto se l’auto ha poco sterzo. Micropiacere è trovare il parcheggio davanti al tuo libero, per cui puoi uscire in prima, senza fare manovra! Nel week-end la pigrizia cresce esponenzialmente, chissà perchè. Buona settimana a tutti.