micro “dilemma” n. 9

“Caffè amaro” o “caffè dolce”? Oggi non sono tanto in vena con i titoli, comunque il senso è “con o senza zucchero”? Siamo sempre lì, i puristi immagino che non vogliano vedere lo zucchero nemmeno in fotografia, si deve assaporare l’arabica fino in fondo, deve lasciare l’amaro in bocca. E’ probabilmente vero, ma io ci devo mettere lo zucchero, è … Continua a leggere

micro “stufa”

Microtrauma da mancato riscaldamento. E’ iijnverno, lo so, per cyuui se si deve rompere il riscaldamento in ufficio non può chre succedree in questea stagione, chisaro, però che il pezzo rotto ci nmetta 5 gfiorni ad arrivatre è un po’ exccxessivo, mi paere. E la stufettqa della mija collegha iniziza a difdfondere odotre dki brucisato. Va bhe, altra giornsata con … Continua a leggere

micro “neve”

Microtrauma nasale. Ok, ok, è arrivata la neve, con il suo bagaglio di freddo, ghiaccio, disagi, scuole chiuse, e così via. Fiumi di parole già spesi e già scritti, non vado oltre. Nel mio piccolo il microtrauma causato dalla neve è veramente stupido, sia nella sua dinamica che nella sua entità. Parcheggio, scendo, mi copro con il cappuccio il testino … Continua a leggere

micro “paletto” n.5

Micropiacere coerente. Ho un collega ipocondriaco di quelli che quando ti sentono parlare di qualsiasi malanno tu possa avere, l’hanno avuto o l’hanno pure loro (credo che tutti abbiano un amico, un parente, un collega così). Ogni mattina ci presenta una lista dettagliata dei sintomi che lo hanno colpito durante la notte, oppure ci racconta della consistenza delle sue evacuazioni, … Continua a leggere

micro “apero”

Micropiacere alcolico. Appuntamento al bar dell’Ikea, aperitivo con un amico che si trova in zona vicino a dove lavoro. L’altoparlante annuncia che al bar si può provare l’aperitivo svedese…beh, allora proviamo. Si tratta di pinot e succo di mirtillo, indubbiamente svedese. Il tutto condito da patate svedesi, salame svedese e patè di qualche pesce svedese. C’è un retro-gusto di legno, … Continua a leggere

micro “circuito”

Micropiacere su strada. Esco dal casello dell’autostrada, primo pezzo diritto, fino alla rotonda. Gli altri vanno tutti a sinistra, io a destra, diritto fino alla seconda rotonda, 50 mt più avanti, salgo sul cordolo e tiro diritto fino a dove la strada scende, curvone verso sinistra (“A mani nude ovunque” leggo sul muretto, cattivi questi tifosi!!) salitina da terza, seconda, … Continua a leggere

micro “saggezza”

Microtrauma cabalistico. Il rituale di ogni lunedì mattina è quello di stracciare le ricevute del superenalotto, del lotto e della schedina, dopo aver constatato che i miei pronostici continuano a fare a botte con la realtà. Sistemi, doppie, triple, ambi e terni, non c’è verso. Ho studiato statistica, all’università, e ho imparato il calcolo delle probabilità e la teoria dei … Continua a leggere

micro “paletto” n.4

Micropiacere coerente. Ho un collega ruffiano di quelli che quando sentono le voci dei capi in corridoio fanno finta di andare in bagno per trovarsi casualmente nel mezzo della conversazione pure loro (credo che tutti abbiano un amico, un parente, un collega così). Non è una cattiva persona, fondamentalmente è poco considerato dai capi e cerca a suo modo di … Continua a leggere

micro “meteo”

Microtrauma meteorologico. Sono oramai anni che mi chiedo cosa ci sta dietro. E’ un complotto, è un atto di ruffianeria, è stato pagato dall’A.P.T. locale? Chi? Giuliacci, quello del meteo nel TG5: io voglio sapere perchè nelle previsioni ci mette sempre dentro la Val d’Ossola!!! Ci ho fatto caso più di una volta, parla delle regioni, di mari, venti e … Continua a leggere