Micro “luce”

Micropiacere intellettuale. Sto guardando l’intervista a Roberto Saviano. Non mi interessa lui, voglio dire, ci fa o ci è poco mi importa, quali siano le motivazioni che lo muovono non mi interessano, quello che in questo preciso istante mi sta “devastando” è la luce che illumina la mia testa attraverso la parola, è il potere che la parola e il … Continua a leggere

Micro “compleanno”

Micropiacere bloggaiolo. Ormai è passata la mezzanotte, per cui siamo già al 20 settembre, per cui si può celebrare. Quattro anni fa nasceva questo blog. Auguri! Oltre 170 post in quattro anni. Mille cose son cambiate nella mia vita, e lui c’è ancora. Quasi incredibile. Festeggio la mia capacità di riuscire a trovare ogni volta una sana cazzata da postare. … Continua a leggere

Micro “armadio”

Micropiacere piallato. Mai pensato fosse possibile che lui, il vicino tuttofare, avesse bisogno di me, che sono la negazione dei lavori di casa fatta persona. E invece, complice un mal di schiena e un forfait del suo aiutante, ha dovuto ricorrere, a malincuore, alle mie capacità di tuttofare. Che sono pressochè pari a zero. Hi hi hi. Tutta colpa di … Continua a leggere

Micro “nocciola”

Micropiacere fruttato. Vivo in pianura, dovrei conoscere al volo la differenza tra grano e mais, dovrei conoscere dalle foglie le piante che osservo qua nella bassa, in realtà non ci ho mai capito molto. Ho anche fatto l’aiutante dell’agronomo nel mio anno “regalato” allo stato, ma il tizio in questione l’ho visto due volte in tutto l’anno. Fatto sta che … Continua a leggere

Micro “sindrome”

Micropiacere da Peter Pan. No, non sono un sognatore, o forse si, ad ogni modo mi ritengo sufficientemente responsabile per prendermi le mie belle porte in faccia, così come le mie belle soddisfazioni. Niente di che, però io mi accontento, e godo. Invece, per motivi a me oscuri, mi trovo in mezzo a una riunione di genitori benpensanti e saccenti, … Continua a leggere

Micro “panoramica”

Micropiacere visivo. Gita sul lago. Per un ragazzo della pianura come me è un evento. Stampo cartine in scala, mi doto di navigatore e quant’altro e parto carico di speranze. In realtà si tratta di una mangiatina/mangiatona in collina, ma la direzione dice lago. Autostrada, tangenziale, provinciale, la strada si arrampica…e poi, dietro a un tornante, la visione del lago. … Continua a leggere

Micro “quiete”

Micropiacere acustico. Stasera ho spento la tele. Basta cazzate, politica, tg, film, paperissime o altro. Ho spento le orecchie. E sono qua nel silenzio, col solo rumore dei tasti. E mi godo questo silenzio, dopo il rumore del traffico, dei colleghi, dell’ufficio, dei piatti, del rubinetto, delle chiavi, ecc. ecc. Troppi rumori, troppe parole, ma che cavolo c’avranno le cose … Continua a leggere